Un’altra primavera

Primi d’ Aprile! E con la primavera ritorno anch’io!

In queste ultime settimane sono successe un sacco di cose: “Anno nuovo, vita nuova”, mi ero ripromessa, dopo un disastroso 2012…e fortunatamente sono riuscita a sistemare tante cose andate storte nel corso di questi ultimi due anni: prima di tutto avrò più tempo per me, per la bimba e per Toru; la missione “Lavorare di meno, lavorare meglio” sta andando in porto.

Per festeggiare questo tripudio primaverile io,Toru e Ayla ci volevamo concedere una piccola fuga a Shizuoka: mare, natura, fiori di ciliegio e tante coccole per la mia povera famiglia così a lungo trascurata.
Beh, ai fiori di ciliegio devo stare sulle balle perchè han deciso di fiorire ben 10 giorni prima del tempo, cosi anche quest’anno mentre la gente baccagliava sotto gli alberi io ero chiusa al lavoro che manco Erzsebet Bathory….
20130409-102606.jpg
(simpatico reminder dalla finestra della scuola)
E poi mercoledì scorso è arrivata mia sorella, che non vedevo da due anni(ancora devo lavorare sul mio esilio in Nippolandia e trovare un modo di rientrare in Europa piu spesso), così adesso siamo alla ricerca di un posto decente in cui sistemarla (ve lo ripeto per la seconda volta, SAKURA HOUSE IS NOT THE WAY. Cazzarola, una topaia del genere non la vedevo dal 2007, quando ci ho vissuto io per tre mesi! Se qualcuno conosce una ditta meno lorda, che non sia la Fontana, batta un colpo!)
Finiti gli aggiornamenti sulla mia entusiasmante vita, vi racconto qualcos’altro. Parliamo di Shizuoka, che è meglio!
Come regione, Shizuoka e` piuttosto vasta, perciò ci siamo concentrati solo su due aree per poterci anche riposare. Il primo giorno siamo stati a Shimizu, una tranquilla cittadina portuale in cui ci siamo ingozzati di pesce per rimediare alla delusione di una giornata uggiosa. A detta del consorte, la spiaggia su cui abbiamo passeggiato e` famosa per essere il set della sigla iniziale di un jidai geki (uno sceneggiato storico) chiamato “Abarenbo shogun“, “lo shogun coicazzinchianati”, un vero duro dallo sguardo che ammalia, compagno dei miei interminabili soggiorni di fine anno ad Akita.
(ecco il video su youtube , scusate la pessima qualità ma è l’unico che ho trovato!)
Nel pomeriggio siamo andati al castello di Shizuoka, alla ricerca degli ultimi fiori di ciliegio, e ci siamo imbattuti in curiosi objet
20130409-102845.jpg

20130409-102808.jpg

culi volanti

20130409-102926.jpg

20130409-102944.jpg

(C’è un 109 anche a Shizuoka!!Chissà se è pacchiano come quello di Shibuya!)
La sera abbiamo passeggiato nella zona del porto e abbiamo cercato un ristorantino. Il donburi di pesce era delizioso(foto a breve)!

20130409-103127.jpg

20130409-103102.jpg

20130409-103148.jpg

Il giorno dopo, visto che il tempo non accennava a migliorare, siamo scappati verso Hamamatsu, per vedere il castello e mangiare la cucina brasiliana. Perche` brasiliana? Perche’ a Shizuoka e a Gunma ci sono le piu’ grandi comunita’ nippo-brasiliane del Giappone.

Anche in questo tragitto le opere d’arte non ci hanno delusi!

20130409-103006.jpg

20130409-103545.jpg

20130409-103033.jpg

Fuji is everywhere!

20130409-104905.jpg

Castello di Hamamatsu

20130409-105438.jpg

Giappobimbo carinissimo

20130409-105519.jpg

Ma la parte migliore del nostro viaggio è stata il soggiorno a Hamanako, un grande lago vicino al mare. Circondata da quella distesa di acqua, mi sono sentita finalmente in pace con il mondo 🙂

20130409-105538.jpg

20130409-105609.jpg

20130409-105630.jpg

20130409-105707.jpg

Ayla con la faccia derelitta per la lunga camminata

20130409-105728.jpg

Il mare ❤

Intorno alle 5 abbiamo preso la funicolare per vedere il lago dall’alto

20130409-105748.jpg

20130409-105811.jpg

20130409-105840.jpg

20130409-105859.jpg

A conclusione del racconto di questa breve, ristorante gita, vorrei ripetermi: che calvario è stato portarsi in giro Ayla!!! Anche in quella zona non abbiamo trovato un solo locale che accettasse la nostra piccolina, quindi di giorno ci siamo accontentati di pic-nic e take-away, mentre la sera, quando la temperatura si abbassava, siamo stati costretti a lasciare la cucciolotta in macchina con i finestrini un po’ abbassati e la sua pappa, mangiare in 30 minuti con il magone e precipitarsi subito da lei. Anche per quanto riguarda gli hotel, il primo giorno l’abbiamo infilata in camera abusivamente (col batticuore che abbaiasse e ci facesse sgamare), la seconda notte a Hamanoko non abbiamo trovato altra soluzione che lasciarla dalle 5 alle 8 del mattino dopo in una pensione per cani. Non ci siamo…

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

FarOVale

Hearts on Earth

Sapori diVini

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Imago Recensio

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Obsidianne

Rust Rage Red Ravaging Restless

BUROGU: Occhi sull`Impero

Riflessioni semiserie di italiani che, per forza o per passione, vivono in Giappone

Greeneyed Geisha

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.