Una domenica al mare…

E’ un tardo pomeriggio da tè caldo e Queen(ma anche di Patti Smith..), da coccole e cioccolatini-col-caramello-no-non-te-lì-do, dopo una giornata di lavoro a Chiba, e la neve che ha appena smesso di cadere. E pensare che ieri abbiamo sfiorato i 20 gradi.

Ieri, una giornata indimenticabile.

La prima domenica di riposo per me e Toru da un anno a questa parte, e se ce la siamo presa un motivo c’è stato, eccome. Accompagnare un caro amico al di là del mare e del cielo, un appuntamento che ci eravamo segnati mesi addietro, al quale non saremmo mancati per nulla al mondo.

Forse vi ricorderete che mesi fa ho perso(l’hanno perso gli occhi, le mani, ma non il cuore) un caro amico, il cui funerale era stato celebrato in Brasile, a casa sua; sua madre e sua sorella hanno deciso però di venire in Giappone per conoscere le persone e i posti che hanno fatto parte degli ultimi tre anni di vita di Ale. Ci hanno fatto un regalo immenso…ci hanno reso partecipi come membri della famiglia. Noi due, gli amici della KAI, i colleghi di lavoro, i parenti giapponesi e soprattutto la sua compagna. Aria chiara e tagliente, in una Enoshima che non aveva mai visto un Fuji così nitido, glorioso nel sole del primo mattino, con una piccola nuvola a fargli da aureola

Quando abbiamo lasciato le ceneri in mare, tra petali di fiori, guardando le onde che vanno ma poi ritornano sempre che Ale è sempre con noi, è diventato mare e viaggia lontano, ma tornerà, ogni volta che lo chiamiamo nella mente. Sulla spiaggia l’immancabile caffè solubile e la cioccolata, che ci distribuiva a scuola nei lunghi pomeriggi di studio.

 

Quando la piccola compagnia si è sciolta abbiamo deciso di rimanercene un po’ da soli, a goderci la nostra domenica di riposo, con un misto di sentimenti,tra tristezza e felicità.

Abbiamo girato un po’ sulla spiaggia, fino ad un ristorantino italiano chiamato "Chianti", che abbiamo scoperto essere una catena di ristoranti trash per coppiette e famiglie.Ma chissene, ha la terrazza sul mare(merce rara di questi tempi), e ci siamo fermati lo stesso. Se non ho fatto le foto ai piatti c’è un motivo, però ho fatto le foto al menù, che meritava:

Particolarmente succulenti mi sembravano:

la caprece

gli spaghetti alla japognese

la pizza alla sraggia

Il porco alla grigliata

i peci e la baccheta

E Dio solo sa cosa fanno all’italiano questi disgraziati!!!

Comunque alla fine, visti i prezzi assurdi per cibo di dubbia qualità, abbiamo optato per delle crespelle col granchio e un antipasto misto. Mentre ammiravamo la superba tecnica dei falchetti che fregavano in picchiata i sacchetti del Mac Donald’s alle famigliole sulla spiaggia, ci siamo riposati per poi riprendere la via di casa

La seconda parte del pomeriggio l’abbiamo passata nella deliziosa (ma non la domenica!!!!)Shimokitazawa, che appunto alla domenica si trasforma in un inferno di cerebrolese che zompettano da un negozio di vestiti ad un insulso caffè squittendo "Oshareeeee"(che vorrebbe dire "alla moda"), o l’evergreen "kawaii". Pure gli uomini dicono kawaii, a Shimokitazawa. A Toru dopo 10 minuti in mezzo alla folla barcollante inizia a salire la maretta, così mi son ripromessa di ritornarci da sola per qualche acquisto e ci siamo fermati solo un’ora, non prima di esserci accaparrati un delizioso nikumaki al formaggio (i nikumaki sono involtini di riso e carne tipici della prefettura di Miyazaki

E poi a casa!Per la passeggiata con Ayla al parco, dove i susini stanno quasi tutti perdendo i fiori, e poi la sera dal cinese di fiducia:Mr Chin (che già il nome è tutto un programma),

dove la cameriera bofonchia in cinese senza sottotitoli quasi lanciandoti il piatto e sorride solo quando sparecchia prima che te ne vai(un giorno ci avvelenerà). Però, tanta pappa in quantità industriale:

i gyoza,belli cicciotti

cha-han

bifun

♫~Coming soon-Queen

5 Comments (+add yours?)

  1. Tokyonome85
    Mar 07, 2011 @ 14:50:35

     deve essere stato bello sentirsi parte della famiglia del tuo amico, è sato un bel gesto da parte di sua madre.
    Per il ristorante italiano mi faccio le dovute risate ahaah

    Reply

  2. deniz
    Mar 07, 2011 @ 15:18:17

     è stato un giorno felice/triste…ma finito bene mi pare…anche se l’italiano dei menù è terrificante πŸ˜€ πŸ˜€ πŸ˜€ 

    Reply

  3. Nic
    Mar 07, 2011 @ 17:12:25

    Imperdibili gli spaghetti alla japognese Anche qui a Bruxelles se ne vedono tanti di strafalcioni…
    Peccato che l’occasione non fosse delle migliori
    Una volta ci posti la tua cena giapponese ideale?
    Non so se hai mai letto il blog di cavoletto di bruxelles (una belga che vive a Roma) ma l’annos corso e’ stata tre mesi (credo) in Giappone ed ha postato diverse riflessioni sull’argomento.

    Reply

  4. Rika
    Mar 08, 2011 @ 04:33:27

    Che madre adorabile.. Sicuramente il tuo amico dev`essere stata una persona eccezionale =( se ne vanno sempre i migliori..
    Se vieni da sola a Shimokita e ti senti sola fammi un fischio!

    Reply

  5. Sabrina&Luca
    Mar 11, 2011 @ 10:26:03

    Come prima cosa volevamo chiederti se è tutto ok lì da te, Luca ed io abbiamo saputo che c’è stato il terremoto e ci siamo un po’ allarmati. Facci sapere che da voi non è successo nulla.
    Quella è stata una domenica indimenticabile, con emozioni molto forti e con il vostro amico Ale presente più che mai, che è sempre con voi nei vostri cuori, anhe se come dici tu, con gli occhi non lo potete più vedere.
    I ristoranti italiani all’estero secondo noi lasciano un po’ tutti a desiderare e sono sempre molto cari, dovunque essi siano, certo che la terrazza sul mare invita molto a sedersi, adoro anche io queste cose. In compenso i piatti del cinese sono belli pieni, insomma vi siete rifatti.
    Un baciotto
    Sabrina&Luca

    Reply

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

Sapori diVini

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Imago Recensio

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Obsidianne

Rust Rage Red Ravaging Restless

BUROGU: Occhi sull`Impero

Riflessioni semiserie di italiani che, per forza o per passione, vivono in Giappone

Greeneyed Geisha

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d bloggers like this: