Japanese Fashion

I preparativi sono così intensi che mi son beccata un bel raffreddore, fortunatamente sotto controllo. I cornutoni dell’ambasciata francese alla terza telefonata hanno vuotato il sacco sulle procedure per portare Ayla con noi ed è una settimana che visito regolarmente il veterinario in quel di Kamishakujii (l’avessero messo nel sahara sarebbe stato più comodo da raggiungere). Questa settimana richiamo antirabbica, consegna documenti da tradurre, acquisto della famigerata gabbietta, lunedì prossimo esame del sangue. Tra un po’ dovranno iniettare l’antirabbica anche a me, la schiuma che mi esce dalla bocca non è un buon segno.

 

Per sdrammatizzare un po’ vorrei postare qualche foto della moda autunno-inverno in Giappone. Era qualcosa che volevo fare da tempo, ma tra una cosa e l’altra…

anche quest’anno, vanno di moda il colbacco

e gli stivali o scaldamuscoli di pelo finto come questi

o peggio,questi orridi feticci

spesso portati su scarpe aperte (!?)

gli immancabili maglioncini canadesi (non so se vi ricordate Bridget Jones)

e i gilet alla Martufello

Per finire col reggiseno di pelo!

Il tutto abbinato così:

colbacco-gilet di pelo-culo di fuori (hot pants o simili)-scaldamuscoli di pelo-sandali tacco 12. E vorrei dire, finchè sei secca ha anche il suo perché, ma spesso si assiste a certi spettacoli inenarrabili. Ma anche per persone come me, a cui il fisico (e il buonsenso) non permettono un simile abbigliamento, la moda di Tokyo ha altre,misericordiose opzioni. Come questa:

Un cappottino simile,ma bianco, me l’ha regalato la mamma di Toru.

Ho notato che i giapponesi hanno una resistenza al freddo molto maggiore di noi. Le cosce all’aria (rigorosamente senza calze) sono all’ordine del giorno, si vedono certe mise che nemmeno in Corso Cavallotti a mezzanotte…roba che in Italia se ti vestissi così non faresti nemmeno i sette passi del mamba, mentre qui l’uomo nemmeno se ne accorge. Probabilmente troppo sollecitato, anche la coscia nuda con giarrettiera a vista non riesce a scuoterlo. Se penso che dalla raffinatezza del corteggiamento della donna in kimono, dai rituali delle geisha, che lasciavano scoperta solo la nuca, e mostravano la loro preferenza facendo intravedere la pelle bianca del polso, si è arrivati a ste strappone….

e la cosa più brutta è che la moda di Tokyo coinvolge, quindi di anno in anno mi sto strapponando anche io. Perlomeno d’estate, adesso va già bene che non esca con lo scafandro.

Se a qualcuno interessa la moda maschile, sappia che digitando qualcosa a caso è uscito questo (penso siano pantaloni unisex..abominio!)

La cosa importante è che Toru non veda mai questa foto.

♫~Same Mistake-James Blunt

7 Comments (+add yours?)

  1. Tokyonome85
    Nov 30, 2010 @ 09:27:54

     Eh, lo so, queste cose sono tremende. Infatti dai un’occhiata al post del portinaio perché ha fatto una cosa del genere ma con dei commenti che fanno morire!
    Anche a Londra sono resistenti al freddo. Le donne non portano calze e si vede pure perché la loro pelle al freddo diventa di un rosso scarlatto. 
    I pantaloni li ho già visti a Londra ma il dramma è che stanno arrivando anche in Italia. 

    Reply

  2. Murasaki
    Nov 30, 2010 @ 10:06:55

    @Tokyonome85:ci sono appena passata, ganzissimo!!!!
    mi sa che è la stagione per i commenti di moda, ho visto che impazzano su molti blog..
    e dimmi ti prego che quei pantaloni non arriveranno anche in Italia ;__;

    Reply

  3. Portinaio
    Nov 30, 2010 @ 11:16:16

    Io ho avuto sempre un debole per i moonboot con il pelo! Ma i Giapponesi esagerano sempre…Proponiamo l’antirabbica anche a loro!:-P

    Reply

  4. Tokyonome85
    Dec 01, 2010 @ 12:10:38

     Quelli zebrati e con i quadratini ce li aveva già un mio compagno di classe del liceo. Lui pretendeva di far passare questo suo pessimo gusto per creatività, tanto che poi si è pure iscritto allo IED. Penso che a breve lo vedrò chiedere l’elemosina accanto al negozio di DR. Martens a Covent Garden. Perché noi siamo creativi ma sempre alla moda eh!
    E comunque i boots col pelo oltre che a Londra (dove trovi cose improponibili ma, attenzione, diegnate da kate moss!) li ho visti qua da me qualche anno fa. E la modaiola della città (?) se ne andava in giro fiera di avere i piedi infilati in 2 stivali che sembravano 2 maltesi da esposizione.

    Reply

  5. Kotodama
    Dec 01, 2010 @ 15:13:51

    Tokyonome invidio tantissimo il tuo amico! (Non per il gusto personale o i pantaloni quanto per lo IED, va inteso)
     
    Riguardo la moda, sarà che di far ridere la gente non me ne è mai importato molto quindi sento di poter dire che la pelliccia ai piedi la metterei e la porterei anche a spasso (chiamiamolo ricordo delle ciabattine pelusciose portate nell’infanzia… Freud e Jung avrebbero di che parlare). Dipende logicamente dal modello, dallo stile, avrò anche i miei giorni da "felicemente eccentrica"… ma eccentrica, mica trash! 
    Toru sarebbe il tuo ragazzo, giusto Murasaki? Pensi che potrebbe portare uno di quei pantaloni particolari? Se così fosse prendila a ridere, un pò di colore nella vita.
     

    Reply

  6. TUA SORELLA
    Dec 01, 2010 @ 17:10:34

    IL COLBACCO E GLI STIVALI PELOSI COI PONPON *__* (tanto sai già che mi piacciono)
    Ahahah il gilet alla Martufello! Dovresti mettere un tag sulla moda, sai?
    Comunque sono sicura che Toru sceglierebbe i pantaloni gialli a scacchi.

    Reply

  7. Murasaki
    Dec 18, 2010 @ 14:00:37

    @Portinaio: altro che antirabbica!!Il tranquillante da orsi, da sparare con la cerbottana a distanza di sicurezza!!:D
    @Tokyonome85:al mio rientro mi aspetto delle belle allora(in fatto di moda almeno)
    @Kotodama:Toru porterebbe questo ed altro!!!!:)
    @Mia Sorella: hai ragione,provvedo subito

    Reply

Leave a Reply to Murasaki Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof di lettere.

Sapori diVini

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Imago Recensio

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Obsidianne

Rust Rage Red Ravaging Restless

BUROGU: Occhi sull`Impero

Riflessioni semiserie di italiani che, per forza o per passione, vivono in Giappone

Greeneyed Geisha

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d bloggers like this: