Autumn in Akita- Seconda parte

Rieccomi dopo varie peripezie, una su tutte il misterioso black out di internet che per due giorni mi ha fatto intrattenere ore ed ore di piacevole conversazione prima con gli omini della so-net, poi dell’NTT (tipo l’enel giapponese)…per poi scoprire che il colpevole era lei, IL RATTO, che mi aveva reciso il filo a morsi.

Dopo aver messo in sicurezza tutte le prese (più che altro per lei, ci manca anche che rimanga fulminata!) posso continuare il mio resoconto delle mie giornate ad Akita.

Probabilmente adesso lassù inizia a fare freddo,ma quando c’eravamo noi la temperatura era sui 20 gradi,estremamente piacevole. Abbiamo potuto ammirare le prime foglie autunnali, che in giapponese si chiamano 紅葉, kōyō. Le foto non rendono giustizia, ma abbiamo provato a scattarne qualcuna

un lago artificiale

Toru con la sua ocarina gialla nuova (che è diventata un supplizio inenarrabile).

Ho fatto anche due brevi riprese

video 1

video 2

Ci siamo poi diretti verso il lago Tazawa, il lago più profondo del Giappone, famoso anche per la leggenda di Tatsuko-hime, la principessa drago. Le favole giapponesi mi affascinano molto, quindi vi racconterò quello che ho scoperto!

La storia è divisa in due parti. Una bella fanciulla di Innai, soleva specchiarsi tutti i giorni nel lago Tazawa pensando tristemente al fatto che prima o poi sarebbe anche lei invecchiata,e poi morta. Così decide di pregare costantemente la Dea della Misericordia perché le donasse la bellezza eterna, e finalmente un giorno sente la sua voce: "vai verso nord, troverai una sorgente, da cui dovrai bere". La fanciulla esegue l’ordine, trova la sorgente e inizia a bere avidamente. Nel frattempo scoppia una tempesta,e tra lampi e fulmini Tatsuko si trova tramutata in drago. Al villaggio tutti cercano la bella fanciulla, ma invano. Tatsuko infine compare alla madre nelle sue nuove sembianze e le rivela di essere diventata la protettrice del lago Tazawa, nel quale da quel giorno abbondano i pesci.

considerazioni:

1) hai capito la misericordia dei giapponesi!

2) in effetti il lago pullulava di trote, se ne vedevano così tante che sembrava una scena di Ponyo!

La seconda storia fa parte della "leggenda dei tre laghi":Nansobo è un monaco errante che si innamora della bellissima guardiana del lago Tazawa, Tatsuko appunto. Ma Tatsuko è innamorata di un pescatore, Hachiro-Taro, dunque viene respinto; il monaco impazzisce dalla gelosia e va a cercare il suo rivale fino al lago Towada (al confine tra Akita e Aomori) di cui è guardiano, e lo scaccia. Taro deve trovarsi una nuova casa, così, trasformatosi in drago ferma il corso di un fiume creando il lago Hachirōgata ("la laguna di Hachiro, sempre nella prefettura di Akita). Ogni inverno, Taro avrebbe lasciato la sua dimora per recarsi dall’amata; ecco perchè il lago Tazawa d’inverno non gela mai, e il lago Hachirōgata diventa ogni anno più basso. Ma il monaco Nansobo non si vuole arrendere all’evidenza e, trasformatosi per la rabbia in drago, sfida nuovamente Taro sul lago Tazawa, dove viene definitivamente sconfitto anche grazie all’aiuto di Tatsuko.

La storia è un po’ confusa, ma la leggenda dei draghi-guardiani mi esalta parecchio! Da essa prende spunto un drama coreano chiamato Iris, che sembra aver avuto parecchio successo anche perché la zona era piena di turisti coreani quando l’abbiamo visitata!

Vi lascio con il delizioso tappetino che ho scorto prontamente a casa di Toru! Aiutatemi voi a trovare i significati reconditi racchiusi in cotanta frase!!

 

 

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

Sapori diVini

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Imago Recensio

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Obsidianne

Rust Rage Red Ravaging Restless

BUROGU: Occhi sull`Impero

Riflessioni semiserie di italiani che, per forza o per passione, vivono in Giappone

Greeneyed Geisha

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.