Post che non so da che parte cominciare!! parte 2

"And now …

the end is near

and so i face the final curtain…"♫♪♩♬〽

Ma anche no!Mi piaceva l’intro da pianobar,ecco.. u.u

Tra una lezione e l’altra vi allieterò con il seguito delle mie meravigliose avventure !

Dunque,martedì c’è stato il matrimonio di Yuu,il miglior amico di Toru,perciò al mattino ci siamo ritrovati col fratello dalle parti di Nakano per aspettare la sua ragazza che si era fatta prestare l’auto dai genitori.

Il viaggio è durato circa tre ore di puro terrore,con la fanciulla che ignorava gli stop e prendeva le curve alla Bo e Luke di Hazzard ,io che seduta dietro stritolavo la mano a Toru,che a sua volta allungava la gamba come a spingere il freno.

All’una circa , non so come,siamo arrivati sani e salvi in un albergo dal nome meraviglioso: "Certo no mori",la foresta del certo ?_?,che è l’albergo in cui lavora la sposa,riservato agli ospiti per la festa. La stanza era spettacolare, grande almeno 50mq e con una finestra enorme che dava sul bosco. Ho invitato Toru a non girare in mutande per la stanza e mi sono fiondata in bagno per i preparativi,sapendo che tanto entro 5 minuti sarebbe stato col culo di fuori sperando che dalla hall lo vedesse qualcuno.

Il ricevimento è iniziato alle 4, fortunatamente noi quattro eravamo seduti assieme, poi c’erano altri due personaggi di Akita, un militare dell’esercito di difesa giapponese (nominalmente il giappone non ha un esercito, ha solo delle" truppe di difesa",poi cosa siano in realtà non si sa!)e sua madre.

L’immancabile presentatore sparava delle "esilaranti gag" per rimediare al ritardo degli sposi,e dopo una decina di minuti sono arrivati anche loro. La sposa,con mia grande gioia, ha indossato tre fantastici kimono, nessun vestito occidentale,perchè la pancia pur essendo al terzo mese si era fatta evidente.

Ho potuto fare poche foto perchè il mio posto dava un po’ le spalle al tavolo degli sposi,e mi veniva il torcicollo a star sempre girata verso di loro ;_;

Kimono viola ♥__♥

kimono nero

Purtroppo non ho potuto fare una foto con la sposa,ecco lo sposo e la ragazza di "Ururu"

..e non poteva mancare il merdaviglioso outfit di Toru creato a tavolino per l’occasione. Il farfallino argentato è opera sua,ma le bretelle le ho comprate io .__.

Mi beo dell’illusione ottica di avere delle tettone e passiamo al seguito della cronaca!

Quando in Italia stai 3 ore al tavolo da pranzo ne esci devastato da antipasti ,primi,secondi,contorni di carne e pesce, e dopo aver svuotato i boschi e raschiato il fondo del mare,buttando tutto giù a forza a colpi di sorbetto ti aspetta quella meravigliosa torta a tre piani coi pupazzetti degli sposini..e invece no!

Dopo aver presentato gli sposi,il Pippo Baudo di Nagano sud presenta lo "Chef",che a sua volta spiega i piatti.

Ora,il bisogno di spiegare che cosa troverai nel piatto è presagio di sventura,infatti lo chef orgoglione introduce la sua cucina francese portata dopo portata con paroloni di autocompiacimento.

Cucina francese. D’oh.

Vino francese: si ragiona. E invece il vino era del Cile.

Toru e fratello si sono ammazzati di birra kirin,io dopo la prima sorsata ad un vino arancione ho pensato fosse meglio chiedere della ginger ale,mentre mandavo giù miniporzioni di qualcosa di insipido,inframmezzato da zuppa di porri e altre delicatezze incomprensibili al mio palato"rustico".

Toru è stato in giro per la sala tutto il tempo perchè reclutato per scattare le polaroid regalo ad ogni tavolo,per declamare il suo discorso di auguri e per mille altre cose,quindi mi sono annoiata parecchio. Al tavolo il fratello parlava con l’altro ragazzo (il militare)di cose passate,e la sua ragazza pur essendo una brava persona non era proprio un’interlocutrice brillante.

Fatto sta che sopravvissuta a tre ore di mangiare aria besciamellosa e sentire chiacchiere astruse, hanno proiettato un filmino della prima cerimonia fatta a marzo, poi c’è stata la "lettera del padre di Yuu" che non aveva scritto lui, e la temuta lettera pseudocommovente di lei ai genitori.

I genitori dello sposo sono dei disgraziati che non si sono nemmeno presentati al matrimonio del figlio,mi chiedo perchè sia necessaria una falsa lettera di scuse del padre solo per salvare le apparenze. L’intera cerimonia mi è sembrata veramente una baracconata,nessuna lacrima,nessuna emozione..e niente torta coi pupazzetti.

La seconda parte della festa,dalle 6 alle 9, consisteva in una festa nella sala pianobar,fortunatamente hanno ingaggiato una tizia con l’orchestrina jazz e ci siamo sottratti all’onere di cantare. Lì Toru ha avuto uno scoppio di voglia paterna nel giocare col bimbo mezzo italiano mezzo giapponese della sorella della sposa,da me represso con "non abbiamo neanche i soldi per prendere un gatto".Comunque erano davvero carini insieme ;__; lui che sparava le poche parole conosciute "Alex ti voglio beeeeeneeeee!"rincorrendolo per abbracciarlo,e lui che scappava insultandolo in un italiano che ho preferito non tradurgli.

"Chiamiamo nostro figlio TOTO"esordisce (Toru è maniaco di "Nuovo cinema paradiso") e io,visto che in giappone Toto è una marca di sanitari,ho opposto le mie perplessità. "Allora Alfredo"(l’altro protagonista del film).

Beh,sempre meglio che "Eros Toru II ",come aveva proposto qualche mese fa.E poi,perchè II? che dinastia sarebbe?????? è_é 9

Dalle 9 alle 12 c’è stato il karaoke,a cui ho partecipato molto poco perchè la canzone più recente risaliva ad almeno 10 anni fa e non ne conoscevo praticamente nessuna,quelle straniere erano inesistenti,e poi la puzza di fumo era intollerabile. La notte ho dormito veramente di gusto perchè era stata davvero una lunga giornata.

Il mattino dopo,facendo due più due ci aspettavamo un tripudio di croissant,invece la colazione era giapponese, quindi pesce alla griglia,riso,zuppa di miso,natto e compagnia bella. Ho fatto del mio meglio per non far fare brutta figura a Toru e ho mangiato un po’, ricacciando indietro la visione del cappuccino e delle brioches.

Sulla via del ritorno avviene un’altra esplosione,non di paternità ma di spirito d’avventura.

La ragazza di "Ururu": "Voglio vedere un po’ di natura!"esclama con la sua vocetta stridula.

Se c’è qualcosa che mi sta sui nervi sono le giapponesi che non si reggono manco sui tacchi che si sono portate dietro ma cercano il "contatto con la natura"."Boh,fate voi,basta che lei non guidi più che non voglio morire",ho sbofonchiato da parte a Toru con la mia solita amabilità.

Così al ritorno ha guidato Ururu, e siamo andati letteralmente al pascolo.

Mentre la ragazza di Ururu squittiva "voglio vedere le mucche!"Come se parlasse dell’Idra di Lerna o di qualche altro animale mitologico,io mi sono tolta proprio le scarpe e ho salito il pendio dalla parte dell’erba,visto che avevo avuto anche io la brillante idea di mettere i tacchi pensando di dover passare il pomeriggio in un outlet come avevano deciso prima

Comunque il posto in sè era molto carino

e abbiamo mangiato il soft cream più buono del mondo,sapeva tantissimo di panna!Vista la colazione abbondante,è stato il nostro pranzo.

Toru si è poi calato totalmente nella vita bucolica di Nagano

"immagini che riconciliano con la morte".

 

Tornati a Tokyo, abbiamo cenato alle 5 andando a mangiare sushi in una catena che si chiama Sushiro, in cui ogni piatto con due pezzi costa solo 105 yen. Ed è buono *__*

Vive la France!

 

 

♫~Khashoggi’s shipQueen

 

10 Comments (+add yours?)

  1. TUA SORELLA
    Jun 05, 2010 @ 04:21:44

    Che cogliona, son morta! XDDD
    Beh, le varie cose te le ho chieste in privato, però sul nome dell’hotel ti illumino io: "Certo no mori" perchè il proprietario è un calabrese impiantato, che, sapendo della guida spericolata delle giapponesi per raggiungere il suo hotel, ha voluto rassicurare la prima italiana che gli capitasse a tiro che la sua vita fosse in salvo… XD
     
    Ghghgh

    Reply

  2. Murasaki
    Jun 05, 2010 @ 04:27:00

    ahaha cietto no mori

    Reply

  3. Tokyonome85
    Jun 05, 2010 @ 11:01:43

     Hai visto? hai provato anche il matrimonio giapponese. Non so a quali matrimoni sia andata tu ma quello italiano che dura 3 ore non l’ho mai vissuto. Già perchè per me che sono del centro-sud, fare un ricevimento di sole 3 ore farebbe rizzare i capelli a tutte le vecchie invitate che direbbero :"no, dura troppo poco e poi che dice la gente?" allora per non deludere "la gente" si fa pranzo fino alla sera, dove c’è la festa con gli amici della coppia e fondamentalmente altre tonnellate di cibo vengono riproposte agli ospiti che vogliono solo morire, considerate le quantità di cibo ingurgitate. Perciò da me un matrimonio dura 12 ore non stop. La versione giapponese pare decisamenete più leggera.

    Reply

  4. Tokyonome85
    Jun 05, 2010 @ 11:24:43

     ah, comunque questo fatto della cucina francese mi ha fatto ricordare una cosa successa durante il mio homestay. Praticamente, di punto in bianco, la mia hostmother (che come ti avevo già detto mi odiava) decide che invita gente a cena e a cucinare sarò io. Ok, preparo un risotto e via. Ma lei mi ordina di cucinare molto tempo prima dell’arivo degli ospiti e non vuole sentire ragioni, così io cucino e ovviamente il risotto si trasforma in uno schifo perchè quando arrivano gli ospiti è freddo. Così lei si scusa con tutti perchè quall’idiota della gaijin ha rovinato la cena e mi presenta uno dei suoi ospiti che era proprietario di un ristorante francese!!! Proprio la sera che ho cucinato io e il risotto è diventato una roba immangiabile???. Al che io inc****tissima penso alla bastardata che mi ha fatto, perchè il tipo non assaggia il mio risotto dicendo che è freddo. Però ha portato il cibo dal suo ristorante ed è convinto che salverà la cena. Peccato che i suoi piatti erano fusion franco-giapponesi e nessuno li ha toccati anche se tutti dicevano quanto erano buoni. Alla fine chi l’ha salvata la cena?io ovvviamente, con una carbonara favolosa. Tanto che la mia hostmother non ha potuto fare a meno di farmi i complimenti e il direttorone del ristorante francese non ha detto una parola ma ha finito il piatto.Scusa la lunga digressione, non ho mai avuto la capacità di sintesi. Cmunque se ti va, fatti un giro sul mio blog.

    Reply

  5. Rika
    Jun 05, 2010 @ 16:29:40

    oddio ma questo posto è così bello e sperduto ;_________; che meraviglia…
     
    TOTO!!! T_T
    io mio figlio lo voglio chiamare Novecento ._.

    Reply

  6. Murasaki
    Jun 06, 2010 @ 02:11:24

    @Tokyonome85: certo che il tuo homestay è stato proprio un incubo!ma la carbonara è la panacea di (quasi)tutti i mali.
    Per quanto riguarda i matrimoni sono stata solo a 3 matrimoni in tutta la mia vita a quanto ricordi..la famiglia da parte di mamma è calabrese quindi invece del cuoco ingaggiano proprio una cornucopia che butta fuori cibo ininterrottamente…probabilmente il pranzo di ore ne dura pure 4…e dopo ballare e fare caciara.
    @Rika: il posto in sè era molto bello, ma secondo me in inverno è la morte…l’albergo era proprio in mezzo al bosco quindi molto suggestivo…per il resto sembra che in quella zona ci siano solo pascoli,e l’aria è veramente fresca e pulita…i miei polmoni hanno gioito.

    Reply

  7. ShinXela
    Jun 07, 2010 @ 14:34:21

    Leggere post così ricchi, è come leggere le pagine di un libro…bravissima! 😀

    Reply

  8. Sberla
    Jun 08, 2010 @ 20:14:37

    E’ sempre un piacere leggerti… sei la mia finestra sul Giappone…
    Arigatò

    Reply

  9. ghiska
    Jun 09, 2010 @ 09:43:14

    Come direbbe Aldo…. Maria che giornata! Però siete bellissimi come sempre, specialmente il look sfavillante di Toru I :))
     

    Reply

  10. Murasaki
    Jun 10, 2010 @ 02:56:38

    @ShinXela:Grazie! T_T in realtà sono solo molto,molto prolissa e me lo fanno notare in tanti qui in giappone..soprattutto Toru!
    @Sberla:Cercherò di essere un attimino più obbiettiva allora!!!
    @ghiska: Sembra che questa nuova dinastia sia inarrestabile!

    Reply

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

Sapori diVini

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Imago Recensio

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Obsidianne

Rust Rage Red Ravaging Restless

BUROGU: Occhi sull`Impero

Riflessioni semiserie di italiani che, per forza o per passione, vivono in Giappone

Greeneyed Geisha

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d bloggers like this: