gargarismi&addii

I giapponesi sono fissati coi gargarismi. Per qualsiasi malanno,fare i gargarismi e’ la panacea universale.

 

Quando frequentavo ancora la scuola mi ricordo che nei bagni erano appesi cartelli per la prevenzione del’influenza suina (in giappone chiamata prima buta influenza 豚インフルエンザ e poi rinominata shingata influenza,新型インフルエンザ,cioè "nuovo tipo di influenza) che suggerivano gargarismi e di lavarsi le mani almeno per 20 secondi,il tempo necessario a cantare "happy birthday to you". Ed ecco perchè i bagni della KAI Nihongo School erano pieni di folli svedesi che cantavano "buon compleanno" pensando di scampare all’immondo contagio, in un periodo in cui ti dicevano "se la prendi,o sospetti di averla presa,NON uscire di casa,NON andare all’ospedale, chiama solo questo numero e qualcuno verrà a prenderti (e probabilmente a sopprimerti,lurido gaijin!)".

Ordunque,per prevenire i miei cali di voce anche io ho preso la curiosa abitudine di fare i gargarismi tutti i giorni, con l’apposita medicina della meiji aromatizzata alla fragola (di cui mi piace un sacco il design un po’retro) ma che ha un sapore discutibile.

 

 

Oggi e’ saltata l’ennesima lezione,e dopo aver imprecato abbondantemente mi sono nuovamente trasformata in una casalinga disperata, accanendomi sul piano cottura che ho scoperto essere stato una volta bianco.

Poi ho fatto un giro a Takadanobaba con la scusa di dover restituire le chiavi del mio ex appartamento,non senza un flashback da film lungo un anno…

quando ieri ho chiuso quella porticina sgangherata per l’ultima volta ho ricordato il freddo, la fame, il microonde che ho trascinato su un carrettino dall’entroterra di Yokohama fino a casa(e dal quale non ho voluto separarmi), il frigo rosso che ho dovuto dar via,il letto di legno che nessuno ha voluto e che ho montato da sola,

il poster dei Kagrra, che ho arrotolato e messo nell’armadio di casa nuova,perchè Toru,spinto dal suo "amore"per il visual kei",lo userebbe per giocarci a freccette, le lacrime e le piccole conquiste.. e ovviamente le tante gioie, la soddisfazione di avercela fatta quando mi è arrivata la cartolina che annunciava l’arrivo del mio visto,

i colpi al muro che tiravo perchè i coreani smettessero di far casino quando gli esame di fine trimestre mi tenevano sveglia fino a tardi.

Consegnare le chiavi e’ stato come voltare pagina su un anno che mi ha cambiata,non so se in meglio o peggio,ma che ho vissuto giorno per giorno,sentendo il peso della sera e le aspettative della mattina,come mai mi era successo nella mia vita.

Per svariarmi un po’ sono stata al famigerato Blue Parrot, risorsa per gli anglofoni di libri e dvd usati. Non ho trovato nessun libro che mi piacesse, forse era un caso ma tutti i volumi erano in cattive condizioni e nonostante questo abbastanza cari. Dunque nel tornare a casa mi sono fermata al book off più vicino a casa, che ovviamente non aveva libri in inglese (per quello bisognerebbe andare a shibuya probabilmente..) ma ho trovato un libro di Murakami Haruki che Toru voleva leggere e ho comprato Hagoromo di Banana Yoshimoto,per allenare un po’ la lettura. io divoro i libri,in italiano o in inglese, col francese pur passando sulle parole che non conosco la lettura non e’ semplice ma fattibile, ma in GIAPPONESE…e’ frustrante. Col giapponese mi impunto su ogni parola,su ogni termine, se non lo capisco mi incavolo e col mio dizionario seiko che assomiglia come dal nome più ad una macchina da cucire che ad un dizionario (senza la ricerca col pennino,ma da radicale T^T),ci metto una vita e smetto a metà…ma ci voglio riprovare,ecco!

 

 

 

 

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof di lettere.

Sapori diVini

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Imago Recensio

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Obsidianne

Rust Rage Red Ravaging Restless

BUROGU: Occhi sull`Impero

Riflessioni semiserie di italiani che, per forza o per passione, vivono in Giappone

Greeneyed Geisha

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.